archive-com.com » COM » M » MESSAGE-ASP.COM

Total: 229

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Emissioni in atmosfera | Bilancio di Sostenibilità 2009
    ma di ottenere un miglioramento delle prestazioni ambientali e precisamente una riduzione delle concentrazioni delle emissioni al camino rispetto ai limiti di legge del 2 5 per SO 2 del 2 5 per NO x e del 30 per le polveri 127 Tabella n 88 LE EMISSIONI TOTALI 2007 2009 unità di misura 2007 2008 2009 CO 2 t 483 212 1 686 384 1 422 402 CO t 78 5 376 6 352 2 NO x t 296 1 948 8 758 0 SO 2 t 0 1 768 9 623 0 NB i dati del triennio sono riclassificati secondo le quote Acea di partecipazione societaria 100 Gruppo A R I A 15 Tirreno Power 30 AceaElectrabel Produzione Nel 2007 Tirreno Power non era inclusa nel perimetro di consolidamento del Gruppo Le emissioni assegnate agli impianti del Gruppo dal Piano Nazionale di Allocazione PNA delle quote di CO 2 per il periodo 2008 2009 e quelle effettivamente emesse sono riportate in tabella n 89 I valori si riferiscono ai volumi complessivi da attribuire a ciascun impianto mentre le quote di emissione da imputare ad Acea ricalcolate in relazione alle partecipazioni societarie si trovano nel Bilancio ambientale 127 I valori limite previsti dal decreto MICA del 1993 e dal D Lgs n 152 06 all II parte V infatti sono pari a 400 mg Nm 3 per SO 2 200 mg Nm 3 per NOx e 50 mg Nm3 per le polveri mentre i programmi di miglioramento delle prestazioni ambientali messi in atto da Tirreno Power hanno portato i valori delle concentrazioni al camino della centrale di Vado Ligure a 390 mg Nm 3 per SO 2 195 mg Nm3 per NOx e 35 mg Nm 3 per le polveri Tabella n 89 QUOTE DI EMISSIONE CO 2 DA PNA ED EMISSIONI EFFETTIVE PER CENTRALE 2008 2009 centrali 2008 2009 quote assegnate da PNA in tonnellate emissioni effettive in tonnellate quote assegnate da PNA in tonnellate emissioni effettive in tonnellate impianti di Tirreno Power partecipata da Acea al 15 Centrale Napoli 13 202 25 156 53 339 665 471 979 20 Torrevaldaliga 2 451 352 2 570 428 71 2 284 458 1 818 446 38 Vado Ligure 4 206 197 4 341 087 27 3 995 887 3 673 241 78 Impianti di Acea Electrabel Produzione partecipata da Acea al 30 Tor di Valle 235 788 153 552 235 788 105 737 Montemartini 6 089 9 345 3 653 3 095 Voghera 717 675 278 313 681 791 433 420 Roselectra 715 592 654 957 679 813 581 117 Leinì 631 740 614 114 680 297 483 627 Impianto di Terni EnA partecipata da Acea al 100 Terni EnA 8 055 125 869 8 055 65 642 Quote assegnate per il periodo di avviamento del Ciclo combinato di Napoli Levante Deliberazione n 013 2009 Quote assegnate per il periodo di Avviamento 1 01 2009 27 04 2009 e l esercizio commerciale 28 04 2009 31 12 2009 Deliberazione n

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/relazioni-con-ambiente/emissioni-effluenti-e-rifiuti/emissioni-atmosfera (2016-02-08)
    Open archived version from archive


  • I rifiuti del Gruppo Acea | Bilancio di Sostenibilità 2009
    e 15 di Tirreno Power Nel 2007 Tirreno Power non era inclusa nel perimetro di consolidamento Nell area idrica 129 in cui vengono incluse le principali società idriche del Gruppo i rifiuti prodotti nel 2009 sono stati pari a 111 438 tonnellate di cui 1 670 t di rifiuti pericolosi l 1 5 e sono rappresentati in gran parte da inerti pericolosi e non Vanno considerati a parte i rifiuti provenienti dalle attività di depurazione delle acque reflue che nel 2009 sono pari a circa 253 789 tonnellate di fanghi il 56 prodotti dalla sola Acea Ato 2 e 16 766 tonnellate di sabbia e grigliati di cui il 58 prodotti da Acea Ato 2 Per ulteriori dettagli si veda il Bilancio ambientale in allegato Grafico n 46 PRODUZIONE RIFIUTI DEL GRUPPO PER L AREA IDRICA 2007 2009 129 Il totale dei rifiuti area idrica include oltre a tutte le società idriche del perimetro di rendicontazione Acea Ato 2 Acea Ato 5 Gori Acque Publiacqua Acquedotto del Fiora anche il 50 di quelli prodotti dalla Holding pari a circa 29 tonnellate di cui 5 classificate come rifiuti pericolosi Per lo smaltimento dei rifiuti Acea si avvale di società esterne specializzate e autorizzate Alcune società raggiungono percentuali elevate di rifiuti recuperati Acea Distribuzione recupera il 43 dei rifiuti totali 526 t su circa 1 222 t Acea Ato 2 il 23 664 t su 2 913 t Acea Electrabel Produzione manda a recupero circa il 16 dei rifiuti prodotti 538 t su 3 281 t e in particolare l 88 di quelli pericolosi 474 t su 539 t La centrale Vado Ligure di Tirreno Power manda a recupero presso cementifici il 100 delle ceneri prodotte leggere e pesanti e il gesso Di tutti gli altri rifiuti prodotti Tirreno Power riesce ad

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/relazioni-con-ambiente/emissioni-effluenti-e-rifiuti/rifiuti-gruppo-acea (2016-02-08)
    Open archived version from archive

  • I controlli sugli impianti di riscaldamento e la mobilità | Bilancio di Sostenibilità 2009
    centralizzati nelle nuove costruzioni il numero e i dati ad essi relativi restano sostanzialmente invariati negli ultimi anni mentre gli impianti autonomi pur essendo in crescita hanno comunque incidenze poco apprezzabili sul totale degli impianti installati viste le piccole potenze in gioco Analizzando i combustibili utilizzati ne deriva che il metano è utilizzato nell 86 degli impianti superiori a 35 kW e nella quasi totalità degli impianti autonomi inferiori a 35 kW il gasolio rappresenta il 13 circa dei combustibili degli impianti centralizzati combustibili diversi per lo più biodiesel gpl pellet rappresentano solo l 1 del combustibile degli impianti centralizzati In particolare il gpl risulta il più utilizzato nelle zone periferiche delle città non servite dalla rete gas Grafico n 47 DISTRIBUZIONE DEI COMBUSTIBILI IN USO A ROMA 2009 Ingrandisci immagine 131 Decreto del Presidente della Repubblica n 412 dell anno 1993 modificato da DPR n 551 99 D Lgs n 192 05 e D Lgs n 311 06 Il grafico n 48 mostra il generalizzato miglioramento tra il 2002 e il 2009 del rendimento medio di combustione registrato nel corso dei controlli sul parco impianti termici centralizzati dovuto anche alle ripetute campagne di ispezione e la sostanziale stabilità dei dati dell ultimo triennio Grafico n 48 ANDAMENTO RENDIMENTI IMPIANTI CENTRALIZZATI 2002 2009 Ingrandisci immagine La mobilità interna Il Gruppo è orientato a rinnovare gli autoveicoli aziendali al fine di ridurne le emissioni 132 in atmosfera Negli ultimi anni il parco auto si è attestato a circa 2 450 unità ma sono aumentate le vetture di ultima generazione Euro 4 in sostituzione di quelle più anziane e nella stessa prospettiva altri autoveicoli ancora circolanti nel 2009 dovrebbero essere alienati e sostituiti nel 2010 Conseguentemente nel corso del 2009 non si sono registrate variazioni di rilievo rispetto allo scorso anno nelle

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/relazioni-con-ambiente/qualit%C3%A0-dellaria-roma/controlli-sugli-impianti-riscaldamento-e-mobilit%C3%A0 (2016-02-08)
    Open archived version from archive

  • La ricerca | Bilancio di Sostenibilità 2009
    delle acque destinate al consumo umano 2009 Si è acquisito e installato un prototipo per la determinazione in continuo di parametri di mineralizzazione applicabile in diversi siti strategici della città di Roma per la comunicazione all utenza delle principali caratteristiche di qualità delle acque destinate al consumo umano Tabella n 91 PRINCIPALI ATTIVITA DI RICERCA SUI DEPURATORI titolo del progetto anno descrizione Applicazione software CLARIUS per la gestione degli impianti di trattamento acque reflue 2009 Studio pilota di applicazione del software Clarius quale strumento per un organica e sistemica raccolta e analisi dati dell impianto di depurazione di Roma Sud Scopo del lavoro è stato verificare le potenzialità del software quale strumento di supporto alla gestione e redigere un protocollo applicativo Studio pilota SBBGR 2008 2009 Sperimentazione della tecnologia SBBGR Sequencing Biological Biofilter Granular Reactor Nel 2009 si è conclusa la prima fase sperimentale su impianto pilota che ha avuto come obiettivo la verifica delle performance dell impianto sia in termini di rimozione che di produzione di fanghi Classificazione e lavaggio sabbie 2009 Alla luce delle nuove disposizioni legislative in materia di smaltimento dei fanghi e delle sabbie prodotte dagli impianti di depurazione e a seguito dell attività sperimentale svolta gli scorsi anni su impianti pilota è stato redatta un progetto con analisi tecnico economica per un impianto centralizzato in grado di trattare vagli e sabbie al fine di un loro riutilizzo Studio MBR in piena scala 2009 Dopo la realizzazione di un impianto MBR nel Bacino Sud è stato avviato uno studio al fine di verificare le prestazioni in scala reale che tale tecnologia può raggiungere con riferimento alla normativa nazionale per il riutilizzo delle acque reflue Monitoraggio dell idrogeno solforato H2S degli impianti di trattamento reflui Roma Sud Est Nord Ostia Co BI S 2007 2009 E proseguito lo studio di distribuzione spaziale e temporale degli impatti odorigeni nelle aree interne ed esterne ai principali impianti di depurazione Sono state effettuate campagne di monitoraggio ordinarie straordinarie e notturne basate sull applicazione della metodologia di ricerca dell indicatore odorigeno di qualità dell aria idrogeno solforato Progetto Sicurezza monitoraggio chimico e biologico aeriformi impianti trattamento reflui Roma Sud Est Nord Ostia Co BI S e 15 impianti minori 2007 2009 Lo studio nel 2009 ha previsto la revisione dei DVR documenti valutazione rischio biologici e chimici per i grandi impianti di depurazione e l aggiornamento del rischio biologico per 15 impianti minori La revisione dei documenti biologici è stata attuata attraverso campagne di monitoraggio stagionali della qualità microbiologica dell aerosol mentre per il DVR chimico sono stati verificati cicli di lavoro e modalità di manipolazione dei chemical utilizzati Tabella n 91 PRINCIPALI ATTIVITA DI RICERCA SUI DEPURATORI segue titolo del progetto anno descrizione Controllo dell efficienza delle tecnologie di abbattimento degli odori all impianto di Roma Sud 2007 2009 Presso l impianto di depurazione di Roma Sud sono istallate alcune apparecchiature di trattamento dell aria drums scrubber e plasma volte a ridurre le emissioni odorigene Al fine di monitorarne la

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/relazioni-con-ambiente/ricerca (2016-02-08)
    Open archived version from archive

  • Perimetro di riferimento | Bilancio di Sostenibilità 2009
    non si riferiscono all intera attività gestita ma tengono conto della quota di partecipazione di Acea SpA in particolare il 30 99 di AceaElectrabel Produzione il 15 di Tirreno Power il 100 di Acea Distribuzione Acea Reti e Servizi Energetici e delle società del Gruppo A R I A Per l area idrica si presentano alcuni dati di Gruppo e un maggior dettaglio su Acea Ato 2 la società operativa nell ATO 2 Lazio centrale il territorio storico di Acea rinviando al Bilancio ambientale per le voci di bilancio idrico delle principali società idriche del Gruppo Acea Ato 5 SpA Acque SpA Gori SpA Acquedotto del Fiora SpA Publiacqua SpA e Umbra Acque SpA 99 Tra le società di AceaElectrabel Produzione vanno distinte Voghera Energia e Longano Eolica la cui quota di possesso di Acea è rispettivamente pari al 24 e al 15 Ricerca Homepage Lettera di introduzione Comunicare la sostenibilità nota metodologica Relazione della Società di Revisione L identità aziendale Le relazioni socio economiche con gli stakeholder Le relazioni con l ambiente Perimetro di riferimento Indicatori GRI di performance ambientale La sostenibilità ambientale del Gruppo sistemi di gestione e biodiversità Area Energia Area Idrica Uso razionale delle risorse Emissioni

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/relazioni-con-ambiente/perimetro-riferimento (2016-02-08)
    Open archived version from archive

  • Le relazioni con l’ambiente
    La qualità dell aria a Roma 18 I controlli sugli impianti di riscaldamento e la mobilità 18 La ricerca 19 URL di origine http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente Links 1 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente indicatori gri performance ambientale 2 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente sostenibilità ambientale gruppo sistemi gestione e biodiversità acea nell amb 3 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente sostenibilità ambientale gruppo sistemi gestione e biodiversità sistemi gesti 4 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente sostenibilità ambientale gruppo sistemi gestione e biodiversità biodiversità 5 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente sostenibilità ambientale gruppo sistemi gestione e biodiversità spese ambien 6 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente area energia 7 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente area energia produzione e distribuzione energia 8 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente area energia termovalorizzazione dei rifiuti 9 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente area energia risparmio energetico smart grid e fonti rinnovabili 10 http aceacsr2009 message asp com it relazioni con ambiente area idrica 11 http aceacsr2009

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/print/7 (2016-02-08)
    Open archived version from archive

  • Sistemi di prodotto | Bilancio di Sostenibilità 2009
    ambientale con i rifiuti prodotti dalla capogruppo equamente attribuiti a entrambe Ricerca Homepage Lettera di introduzione Comunicare la sostenibilità nota metodologica Relazione della Società di Revisione L identità aziendale Le relazioni socio economiche con gli stakeholder Le relazioni con l ambiente Il Bilancio ambientale Sistemi di prodotto I prodotti Le risorse utilizzate I rilasci e gli scarti Le performance di sostenibilità ambientale Nota integrativa al Bilancio ambientale Schede società Italia

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/bilancio-ambientale/sistemi-prodotto (2016-02-08)
    Open archived version from archive

  • Nota integrativa al Bilancio ambientale | Bilancio di Sostenibilità 2009
    previsto quattro passaggi di controllo confronto con i dati storici per evidenziare e giustificare eventuali forti scostamenti ripetizione per almeno due volte del processo di acquisizione feed back alle funzioni responsabili per la definitiva validazione dei dati revisione attuata da società esterna specializzata tra l altro in materia ambientale I dati numerici sono stati suddivisi nelle tre categorie stimati calcolati misurati Nel caso di dati scaturiti da stima si è posta la massima attenzione alla verifica della ragionevolezza dei criteri di base utilizzati con l obiettivo di ricorrere il meno possibile nel futuro a questa forma di misurazione delle grandezze di rilievo ambientale Quando i dati sono stati frutto di calcolo l algoritmo utilizzato è stato sinteticamente esplicitato per consentire la piena comprensione del risultato matematico Quando infine i dati sono stati misurati si è fornita una stima dell incertezza da associare al numero Ricerca Homepage Lettera di introduzione Comunicare la sostenibilità nota metodologica Relazione della Società di Revisione L identità aziendale Le relazioni socio economiche con gli stakeholder Le relazioni con l ambiente Il Bilancio ambientale Sistemi di prodotto I prodotti Le risorse utilizzate I rilasci e gli scarti Le performance di sostenibilità ambientale Nota integrativa al Bilancio ambientale

    Original URL path: http://aceacsr2009.message-asp.com/it/bilancio-ambientale/nota-integrativa-bilancio-ambientale (2016-02-08)
    Open archived version from archive



  •